Grande successo di pubblico alle porte aperte

Oltre 2000 visitatori hanno partecipato alle Porte Aperte del CSCS

Sabato scorso il CSCS ha aperto le sue porte al pubblico dalle 10 alle 17. I visitatori sono stati accolti con visite guidate all’edificio dedicato ai supercomputer, dal personale pronto a dare dettagliate informazioni su tutto ciò che riguarda il supercalcolo con poster, dimostrazioni pratiche e video e infine da scienziati che hanno spiegato perché i supercomputer sono importanti per la loro ricerca.

3 settembre 2012 – di  Simone Ulmer

Un giovane visitatore in discussione con Thomas Stocker, climatologo dell’Università di Berna.

Il numero di visitatori è stato travolgente: già alle 9.30 ancor prima che le porte si aprissero una piccola folla si è formata davanti alle porte del CSCS e non si è diradata fino al tardo pomeriggio. Alle 13 tutti i biglietti delle visite guidate all’edificio dedicato ai supercomputers erano esauriti e i visitatori affluivano senza sosta nell’edificio amministrativo per vedere le presentazioni sui  poster e sugli schermi, i seminari scientifici sono stati seguiti con tale entusiasmo che non solo tutti i posti a sedere erano occupati ma anche tutti i possibili posti in piedi.

Dalla fisica delle particelle alla sismologia

Giovani e anziani erano tutti orecchie quando il professore dell’ETH Zurigo Günther Dissertori descriveva che cosa si fa sul Large Hadron Collider al CERN, quali  sono i  fini di questa ricerca e perché richiede l’uso dei supercomputer

La platea alla presentazione dell’astrofisica Marcella Carollo.
Marcella Carollo in discussione con un visitatore.

L’astrofisica Marcella Carollo ha entusiasmato la platea con l’astrofisica, mentre quella di Domenico Giardini è stata letteralmente affascinata dalla sua presentazione sulla ricerca e studio dei terremoti. Molte delle domande poste agli oratori alla fine delle loro presentazioni, come ad esempio se il mondo politico ascolta gli scienziati del clima o quelle sul terremoto dell’Aquila del 2009, sono una testimonianza del grande interesse suscitato nel pubblico.

Opportunità di ricevere il pubblico anche in futuro

Visite guidate all’edificio che ospita i supercomputer per scoprirne l’infrastruttura tecnica hanno avuto luogo ogni 20 minuti, ma per ragioni di sicurezza non è stato possibile aumentarne la frequenza o il numero di partecipanti per gruppo strettamente limitato a 30 persone. Visto l’enorme e inatteso interesse suscitato da questo evento, il CSCS offrirà anche in futuro l’opportunità di partecipare a colloquia e visite del centro una sera ogni due mesi. Il programma sarà pubblicato sulla pagina web del CSCS.


Galleria fotografica